Avv. Annunziata Candida Fusco | Email: info@avvocatofusco.com | Tel. 3397586021
Rassegna di giurisprudenza, provvedimenti e casi in materia di Diritto di famiglia

Rassegna di giurisprudenza, provvedimenti e casi in materia di Diritto di famiglia

A cura dell’avv. Annunziata Candida Fusco

Diritto alla bigenitorialità, conflitto genitoriale e interesse preminente del minore – Cass. Civ., Sez. I, Ord., 14 febbraio 2022, n. 4796

Il diritto del minore al mantenimento di rapporti equilibrati e continuativi con entrambi i genitori (art. 337- quater c.c.), che in via sistematica si colloca all’interno di quello al rispetto della vita familiare di rilievo convenzionale (art. 8 CEDU), là dove si verifichi la crisi della coppia va riconosciuto dal giudice del merito in composizione con l’interesse del genitore, collocatario e non, nella loro reciproca relazione in cui l’interesse primario del figlio deve porsi quale punto di “tenuta” o “caduta” della mediazione operata. Il giudice del merito chiamato ad autorizzare il trasferimento di residenza del genitore collocatario del minore deve pertanto valutare con l’interesse di quest’ultimo, nell’apprezzata sussistenza della sua residenza abituale quale centro di interessi e relazioni affettive, quello del genitore che abbia chiesto il trasferimento e, ancora, del genitore non collocatario su cui ricadono gli effetti del trasferimento autorizzato, per le diverse peggiorative modalità di frequentazione del figlio che gliene derivino.

 

Cambio di collocamento e mantenimento diretto rispondono alle esigenze della minore. Tribunale di Savona, 22 gennaio 2022

Il fisiologico conflitto tra madre e figlia adolescente, unita alla volontà espressa da quest’ultima di avvicinarsi ed instaurare un legame più profondo, intimo e quotidiano con la figura paterna, rendono opportuno disporre il cambio del collocamento prevalente.

Quanto al mantenimento il padre ha dichiarato d’essere disposto a sobbarcarsi l’intero mantenimento della figlia. Il Collegio ritiene debba farsi luogo al mantenimento diretto del figlio da parte dei genitori nei periodi di permanenza della figlia.

Le spese straordinarie saranno ripartite al 50%, dovendosi considerare tali solo quelle imprevedibili ed eccezionali, ed escludendosi quelle che rientrano nel normale standard di vita seguito dal minore fino al momento della crisi familiare.

Respinta la domanda di corresponsione degli arretrati, trattandosi di domanda che necessita di essere introdotta nelle forme del rito ordinario di cognizione.

 

Mantenimento figli maggiorenni con part time separazione e divorzio

Ultimi orientamenti in tema di figli maggiorenni percettori di assegno di mantenimento nel caso abbiano raggiunto una seppur temporanea e parziale indipendenza economica.

Cassazione ordinanza del 5 maggio 2021 n. 11746:

La Corte sostiene le ragioni del padre che interrompe la corresponsione dell’assegno di mantenimento in favore della figlia maggiorenne con contratto a tempo determinato e compenso mensile di 900 euro.

Per l’ordinanza integrale si veda il pdf allegato

Tale pronuncia ribalta il precedente orientamento espresso nella precedente

Cassazione ordinanza 14 settembre 2020, n. 19077 con la quale si confermava l’assegno di mantenimento in favore di figlio maggiorenne con contratto a tempo determinato o a progetto.

Resta da dire che sicuramente sarà il giudice di merito a dover compiere una valutazione ponderata caso per caso prima di decidere se sia stata o meno raggiunta la piena e completa autonomia e indipendenza economica del figlio.

Per l’ordinanza integrale si veda il pdf allegato

 

Minori e vaccini anti-covid 19

Chi decide per la vaccinazione in caso di figli minorenni? La scelta spetta ai genitori, ma cosa succede se il minore ha un’opinione difforme?

Sicuramente, considerata la normativa nazionale e internazionale a tutela dei minori, non si può non prestare attenzione al punto di vista del minore e coinvolgerlo nel consenso informato, tenuto conto ovviamente dell’età del minore e valutando caso per caso (la fascia tra 0 e 18 anni è evidentemente ricca di notevoli sfumature di situazioni e ipotesi).

Si sono espressi in questo senso sia AGIA (Autorità Garante per l’infanzia e l’adolescenza) sia il CNB (Comitato Nazionale di Bioetica).

Per le due pronunce si veda ai link sotto

https://www.garanteinfanzia.org/vaccino-covid-19-lautorita-garante-i-genitori-devono-tenere-conto-della-volonta-dei-ragazzi-0

https://bioetica.governo.it/it/comunicazione/comunicati-stampa/2021/comunicato-stampa-n-62021-del-30072021-pubblicazione-del-parere-vaccini-e-adolescenti/

 

Tutela dei Minori

_____________________________

Che cos’è l’Autorità Garante per l’infanzia e l’adolescenza?
Scopriamolo insieme sul sito istituzionale al link riportato sotto e proviamo a tracciare nei prossimi mesi un percorso di conoscenza e reale consapevolezza dei diritti dei minori.

https://www.garanteinfanzia.org/

 

 

Cass. ord. 11746_2021

Cass. ord. 19077_2020

LE AREE DI COMPETENZA DEL NOSTRO
STUDIO LEGALE

Diritto di Famiglia
e delle persone

Contattaci per un primo parere gratuito 
Richiesta consulenza
close-link